leStrade web

logo fiaccola                     Facebook  Twitter  Google  Pinterest                          cookie policy

Banner Volvo CE

A+ A A-

Collaborano con leStrade

Pasquale Cialdini

 

Curatore delle rubrica Sicurezza delle Infrastrutture

CialdiniPasquale Cialdini, nato a Roma nel 1950, coniugato, padre di 5 figli e nonno di 10 nipoti, dopo la maturità classica, si è laureato a 24 anni in Ingegneria Civile-Trasporti a “La Sapienza” di Roma, dove è rimasto nell’Istituto Trasporti per tre anni come assistente dei professori Eugenio Borgia e Renato Vannutelli. Vincitore di concorso pubblico per Ingegnere del Genio Civile del Ministero dei Lavori Pubblici, nel 1976 è assegnato all’Ispettorato Circolazione e Traffico. Nel 1987 è vincitore del concorso per Dirigenti del Ministero dei Lavori Pubblici dove dirige l’Ufficio Tecnico della Direzione del Coordinamento Territoriale fino al 1996.

Tra il 1997 e il 2002 Cialdini è capo dell’Ispettorato Generale Circolazione e Sicurezza Stradale e membro del Consiglio di Amministrazione del Ministero (in tale periodo predispone le prime due Relazioni al Parlamento sulla sicurezza stradale e il “Piano Nazionale della sicurezza stradale”; come direttore del CCISS nel 1998 introduce il servizio telefonico gratuito 1518).

Nel marzo 2004 viene nominato Dirigente Generale, con l’incarico di Provveditore alle OO.PP. per la Calabria. Negli anni 2005-2006 è Presidente della II Sezione del Consiglio Superiore dei Lavori pubblici.  Direttore generale nel 2007 della Direzione “Programmazione e Programmi Europei”, nel 2008 della Direzione “Interoperabilità ferroviaria” e dal 2009 della Direzione “Vigilanza e la Sicurezza nelle infrastrutture”.

Principali attività e incarichi: segretario generale della Commissione Tamburrino per il Nuovo Codice della Strada del 1992; co-presidente della Commissione italo-francese di inchiesta sull’incidente del Traforo del Monte Bianco del 1999 che ha redatto il Rapporto Comune (Rapporto Cialdini-Marec dal nome dei due presidenti) contenente le 43 raccomandazioni per la messa in sicurezza e la riapertura del Traforo del Bianco; co-presidente dei Comitati italo-francesi di sicurezza per i tunnel stradali del Monte Bianco e del Frejus e della nuova linea ferroviaria Torino-Lione, e di quello italo-elvetico del traforo del Gran San Bernardo; membro (1980-2000) della “Commissione Strade” del CNR, del Comitato di Ricerca stradale dell’OCSE, dei Gruppi ad alto livello sulla Sicurezza Stradale della Commissione Europea e dell’ECE-ONU; presidente (2000-2004) del Comitato C13 “Sicurezza Stradale” dell’AIPCR; coautore con Giuseppe Tamburrino dei tre volumi del “Commentario sul Codice della Strada” edizioni UTET; socio AIIT dal 1976 e per cinque anni Presidente della Delegazione laziale;  commendatore della Repubblica con DPR del 2006 e cavaliere dell’ordine della Legione d’Onore con decreto del 2003 del Presidente della Repubblica francese.


Maurizio Coppo
Curatore della rubrica Sicurezza Stradale

CoppoMaurizio Coppo si laurea in architettura a Roma nel 1975. Dal 1993 dirige la RST Ricerche e Servizi per il Territorio srl. Dal 1998 coordina gli studi per le relazioni al Parlamento sullo stato della sicurezza stradale. Dal 2000 al 2002 coordina l’elaborazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale. Dal 2002 dirige la Segreteria Tecnica della Consulta Nazionale della Sicurezza Stradale.

Coppo dal 2002 al 2008 coordina inoltre l’elaborazione dei Programmi di Attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale. Dal 2004 al 2007 coordina gli studi a supporto della Conferenza annuale dei Ministri europei competenti in materia di sicurezza stradale. Nel 2007 dirige l’elaborazione del “Libro Bianco” sull’attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale e sull’efficacia delle azioni intraprese.

Nel biennio 2007-2008 è quindi Presidente della commissione paritetica di vigilanza sul contratto tra il Comune di Roma e l’ATAC. Nel 2007-2009 dirige i corsi di addestramento al governo della sicurezza stradale promossi dalla Regione Piemonte. Dal 2002 ha coordinato la redazione di Piani e programmi per la sicurezza stradale e la costituzione di centri di monitoraggio della sicurezza stradale per diverse Regioni, Province e Comuni.


Alessandro Focaracci
Consulente per la sezione Gallerie&Opere in sotterraneo

FocaracciAlessandro Focaracci, laureato in Ingegneria Civile Trasporti all’Università di Firenze, ha acquisito esperienza diretta nei processi di progettazione, assistenza tecnica e costruzione di più di 70 tunnel per una lunghezza complessiva di circa 300 km. Ha quindi svolto attività didattica come esercitatore presso le Facoltà di Ingegneria delle Università di Firenze, Parma, e in qualità di docente a Bologna e presso “La Sapienza” di Roma con il Corso di Laurea di Ingegneria della Sicurezza.

È Presidente della Fondazione FASTIGI di cui è stato fondatore. Dal 2001 al 2005 ha operato presso il Gabinetto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti in qualità di Consigliere Tecnico e Coordinatore della S.T. di M. per l’istruttoria dei progetti della Legge Obiettivo. È Direttore Tecnico della Prometeoengineering.it Srl, certificata ISO 9001:2000 per la “Progettazione, Consulenza ed Assistenza Tecnica nel settore delle Opere Infrastrutturali e di Difesa del Suolo”. Con Decreto 173/2013, è stato nominato dal MIT tra i componenti del Comitato Tecnico permanente per la sicurezza dei trasporti e impianti fissi, quale esperto in materia di trasporti, esercizio e costruzione di ferrovie e metropolitane.


Claudio Guccione
Curatore della rubrica Opinione Legale

GuccioneAvvocato amministrativista, esperto nella contrattualistica pubblica (concessioni di lavori e servizi pubblici, project financing, appalti pubblici di lavori, servizi e forniture), svolge sia attività di consulenza legale che attività di contenzioso amministrativo, civile ed arbitrale nelle suddette materie.

Già partner dello Studio Legale e Tributario CBA, ha fondato nel 2012 lo studio P&I – Studio Legale Guccione e Associati, con l’intento di dedicare agli operatori del comparto delle Public Utilities e delle Infrastrutture, in particolare stradali e autostradali, apporti professionali specialistici di settore. È professore incaricato di diritto urbanistico e legislazione delle opere pubbliche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, nonché di diritto dei lavori pubblici al master Urbam presso la medesima Università ed è autore di numerose monografie e articoli sulle medesime materie.


Enzo Siviero

Consulente per la sezione Ponti&Viadotti

SivieroEnzo Siviero è laureato in Ingegneria Civile, Trasporti, presso l’Università di Padova (1969). Come ingegnere opera nel campo delle strutture e delle infrastrutture con particolari riferimento ai temi dell’Architettura Strutturale. Dal 1972 affianca all’attività professionale, l’insegnamento presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia (ora Università IUAV di Venezia). Dopo un decennio di attività scientifiche e didattiche di tipo tradizionale, sente la necessità di una maggiore aderenza dell’insegnamento delle strutture alle esigenze estetiche e culturali della progettazione architettonica: si pone così all’origine di una svolta didattica che ha il suo fulcro nella ricerca di un equilibrio tra struttura e forma, comportamento meccanico e caratteristiche estetiche. Nella sua attività particolare attenzione è riservata al disegno concettuale dei ponti e alla loro integrazione nel paesaggio. Il suo insegnamento si ispira, in ultima istanza, al desiderio di rinnovare nelle nuove generazioni di architetti l’attenzione verso gli antichi principi vitruviani di firmitas, utilitas, venustas.

Siviero è: Professore Ordinario di Tecnica delle Costruzioni (dal 1994); titolare del corso Teoria e Progetto dei Ponti (dal 1997); titolare del corso Progetto di Strutture (dal 2000); Direttore del Dipartimento di Costruzione dell’Architettura (dalla sua fondazione nel 1994 fino al 2008) e membro del Senato Accademico dal 1991 al 2008; Vice Presidente Vicario del Consiglio Universitario Nazionale e rappresentante per l’area 08 Ingegneria Civile e Architettura (dal 2007); Consultant Professor, titolo conferito dall’Università Tongji di Shanghai (aprile 2008);  insignito della laurea honoris causa in architettura dal Politecnico di Bari (dicembre 2009);  Adjunct Professor, titolo conferito dall’Università cinese di Fuzhou (novembre 2010).

Oltre che curatore, dal 2006, della rubrica Ponti&Viadotti di leStrade, Siviero dal 2008 è responsabile della linea ponti e cantieri della rivista “Il Nuovo Cantiere”, nonché membro del comitato scientifico delle riviste “L’Edilizia”, “Costruzioni Metalliche”, “Industrie della Prefabbricazione”,  “Progettazione Sismica” e “Ingegneria Sismica”. È autore e curatore di oltre 350 pubblicazioni. La sua carriera professionale si è sviluppata a partire dal 1969 nel settore dell’industrializzazione edilizia, delle strutture e delle infrastrutture, in Italia e all’estero. Molti dei suoi progetti nel campo delle infrastrutture sono stati oggetto di pubblicazione.

Torna in alto
doto vuoto

Login or Register

LOG IN

Register

Registrazione utente