leStrade web

logo fiaccola                     Facebook  Twitter  Google  Pinterest                          cookie policy

Banner Volvo CE

A+ A A-

Diaframma abbattuto sull’Arcisate-Stabio

Diaframma abbattuto sull’Arcisate-Stabio ©FS Italiane

I lavori per il nuovo collegamento ferroviario Arcisate-Stabio (Svizzera) hanno raggiunto una tappa cruciale: il 30 gennaio scorso è stato abbattuto l’ultimo diaframma della galleria di Induno (Varese).

Il tunnel, lungo ben 950 metri e realizzato attraverso uno scavo in parallelo dal lato Varese e dal lato Stabio, prevede un tratto centrale di galleria naturale e due laterali di galleria artificiale. Il traforo si sviluppa planimetricamente con un andamento in curva, a una profondità di oltre 50 metri sotto il tunnel della precedente infrastruttura ferroviaria, che sarà trasformato successivamente in pista ciclopedonale. L’attivazione commerciale della linea, che collegherà Varese con il Canton Ticino e Como, è prevista per il mese di dicembre 2017 e permetterà il facile raggiungimento dell’aeroporto di Milano Malpensa dalle città della Svizzera centrale e meridionale.

Alla cerimonia del 30 gennaio erano presenti, tra l'altro, Graziano Delrio, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Roberto Maroni, Presidente di Regione Lombardia, Maurizio Gentile, TraforoArcisate Stabio Internaamministratore delegato e direttore generale di Rete Ferroviaria Italiana (RFI). Infine, oltre ai sindaci di Induno Olona e Arcisate, ha presenziato anche il Presidente della Provincia di Varese, Nicola Gunnar Vincenzi. A regime, la nuova linea avrà una capacità di traffico di 8 treni passeggeri ogni ora (4 coppie) per i collegamenti Mendrisio-Varese, Lugano-Malpensa, Como-Varese (via Mendrisio) e Svizzera Occidentale-Svizzera Orientale (via Gallarate).

Torna in alto
doto vuoto

Login or Register

LOG IN

Register

Registrazione utente